martedì 16 maggio 2017

E chi mi ferma più?



Ebbene sì, nel mio piccolo e con una buona dose di presunzione ormai mi sento una piccola Coco Chanel e vado alla grande di abiti e accessori di ogni tipo...in miniatura ovviamente!





Borsette, pizzi e fasce per capelli...








Per non parlare del colbacco e dei risvolti sulle maniche!



Devo dire che mi diverto davvero tanto, quando mi dedico a queste cose il tempo vola e guardando  l'orologio mi accorgo che è passata da un po' la mezzanotte senza che me ne sia accorta e poi al mattino dopo...vi lascio immaginare,  anche se al momento sono soddisfatta e ne vale la pena|

lunedì 8 maggio 2017

Firenze...breve vacanza.







Premesso che adoro viaggiare per andare più o meno ovunque e che mi piace ogni tipo di vacanza, amo moltissimo le città d'arte in quelle che dovrebbero essere le "stagioni di mezzo" e che in pratica non esistono più. In ogni caso, dal momento che questo per me è un periodo di ricorrenze (compleanno, anniversario di matrimonio...) mi sono concessa tre giorni a Firenze, dove ero stata una sola volta e più di trent'anni fa, per cui il ricordo, benché gradevole, era piuttosto sbiadito.
Francamente non pensavo che mi sarebbe servito il piumino in questo periodo, ma tanto ormai va così, infatti da Ponte Vecchio si intravedono parecchie nuvole.






Dalla terrazza degli Uffizi abbiamo appena fatto in tempo ad immortalarci con Palazzo Vecchio alle spalle, prima che si scatenasse il diluvio universale.






Nonostante il secondo giorno sia apparso il sole, ho temuto di dovermi mettere le pietre in tasca affinché il vento, ovviamente gelido,  non mi portasse via...






Chi invece pare essere assolutamente atermico è mio marito, che imperterrito si ostina a indossare polo con maniche corte, perché ormai, a suo dire, gli abiti pesanti non si usano più!






In qualunque caso io resto sempre emozionata da tanta bellezza, non me ne sarei più andata da Piazza del Duomo.





Palazzo Pitti...




E per finire Via dei Calzaiuoli.


Sono stati tre giorni meravigliosi e ancora una volta devo dire che le bellezze e il patrimonio artistico del nostro Paese sono incomparabili!

mercoledì 26 aprile 2017

Ancora Barbie...












Ebbene sì, più passano gli anni più mi appassiono e mi diverto a confezionare abiti per la mia bambola preferita in assoluto! Non ho neanche l'attenuante di una figlia femmina alla quale aggrapparmi (anche se ormai dovrei quasi dire una nipotina...) per cui posso proprio solo ed esclusivamente affermare che lo faccio per il mio personale piacere.
In questo caso ho recuperato degli avanzi di cotone, sufficienti giusto a realizzare di tubini, ma il vero spasso è stato inventare gli accessori: i cappellini, le borsette e i bijoux, che mi hanno fatto sentire una stilista completa. Si, va be', in miniatura e con un po' di presunzione, ma quello che conta è il divertimento.
Se poi aggiungiamo che ultimamente sono anche stati apprezzati in qualche mercatino, allora posso dirmi davvero soddisfatta!

sabato 22 aprile 2017

Bracciali assortiti.

Per abitudine cerco sempre di avere a portata di mano qualcosa da realizzare abbastanza velocemente e che sia pratico da portare ovunque, tipo nella pausa pranzo in ufficio, mentre mi intrattengo a fare due chiacchiere a casa di mia mamma, o semplicemente in attesa che cuocia la pasta, giusto per non perdere minuti preziosi e questi braccialetti sono proprio l'ideale per tutti questi momenti.




Ho cominciato con quelli oro e bronzo, prima lavorati uno alla volta e poi anche insieme, ma poi ci ho preso gusto e ho provato anche con quelli color jeans.




Naturalmente non potevo non provare anche con il filato multicolor, con tutte le sue sfumature.



Per la chiusura ho realizzato un piccolo occhiello da allacciare a un bottone, altra mia grande passione, di cui non mi lascio mai mancare la scorta, giusto per non farmi mancare nulla!

giovedì 13 aprile 2017

Cuori di jeans.









Se c'è una cosa che a casa mia, ma credo anche in tutte le vostre, non manca mai sono i jeans dismessi e un po' vissuti. Di solito rimangono per un po' in fondo alla montagna di bucato da stirare, poi girano ancora un pochino da un armadio all'altro e infine finiscono nell'anta di un vecchio mobile che ho piazzato in mansarda e destinato a riporre le mie più svariate "attrezzature". Poi finalmente vengono anche in qualche modo utilizzati, compatibilmente con il tempo a disposizione...
Naturalmente non si butta niente e con alcuni ritagli ho provato a realizzare dei cuori imbottiti, che ho decorato con del pizzo, perché mi piaceva il contrasto tra tessuti così diversi tra loro.
Saranno utili? Non lo so, ma sicuramente è stato divertente confezionarli.



giovedì 6 aprile 2017

Tricotin



















Ebbene sì, mi sono proprio appassionata: questo aggeggio che sembra un giocattolo, acquistato un po' per scherzo, mi sta dando davvero grandi soddisfazioni!
Vuoi che è una lavorazione estremamente veloce, che ti permette di realizzare chilometri di cordoncino in pochi minuti, vuoi che si presta a essere rifinita in tanti modi diversi (e questa in realtà è la parte che mi prende di più) sta di fatto che mi sono concessa il lusso di svariati tentativi e ognuno è stato piacevole.
Se aggiungiamo anche che ti permette di utilizzare tutti gli avanzi di filato di vario tipo sparsi per casa, anche combinandoli un po' casualmente, come vuole la fantasia, allora è proprio il massimo!









venerdì 24 marzo 2017

Uova di Pasqua.








Sarà che ho appena terminato di leggere "La sarta di Dachau", che mi è piaciuto ma mi ha inevitabilmente gettata nello sconforto per gli eventi di cui tratta, sarà che ho la laringite da una settimana, mettici pure che è morto il Mago Zurlì, che è stato un'icona della mia infanzia e che oggi  è proprio una  giornata piuttosto malinconica, fa freddo e piove (la pioggerellina di marzo, avete presente?...) insomma che mi è  venuta voglia di colore, di tanti colori combinati insieme, oserei dire un po' come capita e allora vai con le uova di Pasqua!
Si, non è proprio come a Natale, non è che si possa tenere la casa addobbata un mese o più, però qualche piccolo angolo che sappia di primavera ci sta e allora ho messo mano alle scatole dei nastri, qualche fiorellino e il mio cestino è pronto. Adesso rimango in attesa del sole...e della voce, che spero davvero si sbrighi a tornare ad essere quella di sempre, anche se ho il sospetto che in casa non ne siano particolarmente ansiosi...